Il progetto «Tracce di Libertà» nasce nell’ambito del Laboratorio di Progettazione architettonica primo anno magistrale del corso di laurea in Architettura, Ambiente costruito e Interni del Politecnico di Milano.

La sua finalità é quella di esplorare lo spazio del carcere per immaginare un progetto che lo conduca da spazio di detenzione a luogo adatto alla responsabilizzazione e risocializzazione dei detenuti.

Il progetto é condotto attraverso la collaborazione tra studenti e persone detenute con la guida dei docenti del corso e degli operatori del Gruppo della Trasgressione.

Ulteriore obiettivo é lasciare una traccia concreta di questo lavoro, possibile anche grazie al sostegno di CIVICUM, attraverso la realizzazione di una struttura per l’incontro tra figli e genitori nella zona all’aperto dell’area colloqui del carcere di Milano-Bollate.

CIVICUM ha sostenuto il progetto e la sua realizzazione.