# Costituzione: un’invenzione recente e flessibile

Dobbiamo grande riconoscenza ai greci che per primi hanno teorizzato e sperimentato in Atene  la governance di forma di democrazia. Molto dobbiamo anche alla Serenissima per il suo straordinario ed efficace modello di democrazia che ha egregiamente funzionato per millecinquecento anni. Altre forme di democrazia sono state tentate nel corso della Storia, solo una però si è dimostrata sufficientemente credibile e duratura da essere adottata da quasi tutti i popoli: la democrazia liberale formatasi nel corso della rivoluzione industriale e sulla base dell’illuminismo inglese. L’altro grande ~Paese illuminista, la Francia, ci ha abituato a pensare alla democrazia come una successione di riscritture della Costituzione ed è ormai arrivata alla quinta repubblica.

Il progetto Constitute di Google ha elaborato una mappa temporale delle Costituzioni dalla quale deduciamo la sequenza dell’espandersi delle Costituzioni:

I 5 Early adopters (prima del 1800):

  1. UK dal 1215
  2. USA dal 1787
  3. Francia 1791
  4. Olanda 1795
  5. Svizzera 1798

I 38 Followers (1800-1900) Un secolo nel quale le Costituzioni si moltiplicarono di otto volte, passando da 5 a 43.

Quasi tutti i Paesi del Globo si dichiarano democratici e hanno adottato, almeno formalmente, un governance di forma democratica. Salvo qualche rara eccezione, il metodo di governo regolato dalle Costituzioni è dunque diventato uno standard globale; sebbene non tutte le Costituzioni mettano al centro il singolo individuo, il Cittadino e i suoi Diritti.

La Magna Carta del 1215 è il documento iniziatore del processo di democratizzazione: la progressiva cessione del potere verso i Cittadini.
La democrazia costituzionale (scritta) è quindi un’invenzione anglosassone, eppure, curiosamente, gli inglesi non ne hanno mai scritta una per sé. Forse perchè  hanno pragmaticamente preso atto che le cose cambiano e che un solo documento non può rappresentare una governance che deve essere aggiornata frequentemente. La Stessa Magna Carta è stata ripubblicata più volte dal 1215 al 1230.

Il plurimillenario standard di governo piramidale, al cui vertice stanno gli autocrati, ha inventato il Diritto la cui funzione era di rendere più omogeni i comportamenti dei sudditi ed anche di rendere più efficiente l’azione di comando. Col tempo però gli autocrati scoprirono che il Diritto introduce uno, per loro, sgradevole effetto collaterale: limita il loro potere.
Le democrazie costituzionali hanno espanso il Diritto ed hanno introdotto metodi di governo molto più efficienti e flessibili; per esempio, la sostituzione dei governanti è diventata più frequente e meno sanguinosa. Prima di allora, in qualche caso anche oggi, i governanti sono rimuovibili essenzialmente con un solo metodo: la morte, violenta o naturale.  Inoltre, con la preordinata e veloce rotazione dei vertici, la democrazia può fornire una più efficace ed evoluzionaria capacità di adattamento ai cambiamenti. Anche la passività verso i cambiamenti dell’ambiente è stata in parte sostituita da iniziative attive di cambiamento.

È possibile dare una dimensione quantitativa alla flessibilità delle costituzioni, per esempio, misurando la complessità del testo e la frequenza delle modifiche:

Si tratta di un campione non necessariamente rappresentativo dei circa 200 Paesi considerati, ma utile a correlare verbosità (terza colonna) e propensione ai cambiamenti (ultima colona).

Per esempio:

  • il Canada ha un verbosità minima e non ostante ciò ha un numero medio di cambiamenti che può essere interpretato come propensione al cambiamento medio alta. Al contrario la Svizzera ha una verbosità leggermente sopra la media ma un numero di cambiamenti molto elevato che la posiziona fra le più propense ai cambiamenti.
  • Il Giappone invece non ha alcuna propensione al cambiamento forse legata alla modesta verbosità; nella stessa direzione è la Francia che mostra una verbosità nella media e anche un numero medio di modifiche il che segnala una relativamente media propensione al cambiamento, la quale andrebbe però corretta al positivo perchè ha avuto il coraggio di riscrivere la Costituzionedemocrazia delle costituzioni

 

  • Commenti? Suggerimenti? Contributi? Scrivete a Scior.Carera@civicum-lab.org
  • Potete riprodurre, in parte o tutto, questo post riportandone il link e il logo C-LAB
  • Questo sito è in ricostruzione e aggiornamento. Perciò è continuamente modificato.Ogni vostro suggerimento migliorativo è più che gradito