# Democrazia: l’ira e il furore di certo non ne sono le radici

«Quando la moltitudine ingiustamente oppressa, tratta dall’ira e spinta dal furore, si delibera vendicare gli oltraggi ricevuti subito ne nasce la democrazia, cioè l’amministrazione del popolo». Tomaso Garzoni (1549 – 1589).

Evidentemente allora la democrazia non era la forma di governo preferibile.
In questo video lo storico Alessandro Barbero ci offre una prospettiva storica e attuale sulla non ovvia idea di democrazia.
Dall’osservazione empirica osserviamo dunque che la democrazia è la progressiva cessione del potere dal Principe verso il popolo in un lento percorso che in Europa inizia quasi mille anni fa ed è documentato anche nelle Costituzioni di Federico Secondo e nella Magna Charta.
Quando il Principe abusa del proprio potere, strappando la banda elastica della tolleranza, la società umana si spezza e torna indietro di un giro.
Oggi siamo in una di quelle circostanze? Forse no, ma molti sintomi ci segnalano che la democrazia è stanca e che è necessario rinnovarla e rinvigorirla.

  • Commenti? Suggerimenti? Contributi? Scrivete a Scior.Carera@civicum-lab.org
  • Potete riprodurre, in parte o tutto, questo post riportandone il link e il logo C-LAB
  • Questo sito è in ricostruzione e aggiornamento. Perciò è continuamente modificato.Ogni vostro suggerimento migliorativo è più che gradito