Cosa fa C-LAB?

Interlocutori

C-LAB si rivolge primariamente ai cittadini e ai decisori delle PA (Pubbliche Amministrazioni) nelle loro stratificazioni e intersezioni (territoriali, nazionali, continentali, globali, tematiche come può essere l’OCSE). Si rivolge anche ai media e a tutti gli enti che aggregano i cittadini in società di fatto e di diritto, come le associazioni civiche, le società, i sindacati, i partiti, entro e oltre i confini nazionali. 

Metodi standard

C-LAB promuove l’uso di modelli e di metodi consolidati dall’esperienza e standardizzati per migliorare i processi decisionali ed esecutivi. In particolare promuove gli standard per la misura della qualità della vita fra i quali, ad esempio, il Better Life Index dell’OCSE e gli SDGs dell’ONU. I più efficaci indicatori e metodi sono quantitativi, internazionali e segmentati in bacini di influenza ragionevolmente piccoli e confrontabili.

Comparazione di performance

C-LAB promuove la comparazione di performance fra Pubbliche Amministrazioni simili come strumento per facilitare il trasferimento di conoscenza, di esperienza e quindi per accelerare il miglioramento dell’efficienza (riduzione costi) e di efficacia

Apprendere e trasferire

C-LAB interagisce con le PA, con particolare attenzione alle più performanti, per apprendere, e con le meno performanti per sviluppare e proporre soluzioni che riducano il divario di performance, naturalmente tenendo conto delle specificità di ciascuna

Standard di rendicontazione

C-LAB contribuisce allo sviluppo e applicazione di standard di rendicontazione, dove non ne esistano o dove non siano efficaci. Per esempio ha cooperato nella progettazione e applicazione degli standard di rendicontazione per i Comuni (RCC) e per gli Uffici Periferici dello Stato (REI).

Processi decisionali

C-LAB promuove la semplificazione dei processi decisionali e operativi delle Pubbliche Amministrazioni. Il primo passo di un processo decisionale sta nella definizione del risultato da perseguire. In molti dei casi che le PA devono risolvere, la prima sfida è quella di definire di quanto, a quale costo, in che tempi e con quali competenze si posso migliorare gli indicatori della qualità della vita. Non solo, identificati i bacini dei cittadini beneficiari della trasformazione, la responsabilità delle iniziative di cambiamento deve essere assegnata a chi ha potere decisionale su ciascun bacino di cittadini. Questi ed altri sono i criteri alla base della semplificazione dei processi decisionali in termini di maggiore velocità esecutiva, di errori meno numerosi e meno gravi, di maggiore efficienza e specialmente di maggiore affidabilità in relazione ai risultati attesi    

Glossario civico

C-LAB promuove la comprensibilità del linguaggio delle PA ed anche una minore ambiguità nel linguaggio civico dei cittadini. Per questo, propone un Glossario Civico non ambiguo ed anche provocatorio per sollecitare approfondimenti.

C-LAB propone una «lettura» costruttivamente critica, talvolta provocatoria, della Costituzione e del Diritto. L’attività è pensata in chiave di pragmaticità e di senso pratico allineato ai tempi. Lo scopo non è quello di cambiare la Costituzione, ma è quello di approfondire e meglio interiorizzare la comprensione e i valori della Costituzione.

Associazioni civiche

C-LAB partecipa e organizza eventi che riflettono gli intenti comuni alle associazioni civiche.

  • Commenti? Suggerimenti? Contributi? Scrivete a Scior.Carera@civicum-lab.org
  • Potete riprodurre, in parte o tutto, questo post riportandone il link e il logo C-LAB
  • Questo sito è in ricostruzione e aggiornamento. Perciò è continuamente modificato.Ogni vostro suggerimento migliorativo è più che gradito