# Crescita: I quattro fattori primari

Dopo il grande capostipite e sistematizzatore della macro-economia, Keynes, altri hanno cercato di individuare la pietra filosofale: il motore della crescita. Dal nobel Solow (1987) a quello di Romer (2018) ci sono stati progressi notevolissimi, ma nessuna definitiva conclusione, come immancabilmente accade nel metodico processo cognitivo della scienza.
Quindi é confermato: in economia non esiste ancora un modello predittivo sufficientemente affidabile, siamo tutti nelle condizioni di prendere decisioni irrevocabili sulla base di informazioni insufficienti.
Ottant’anni non sono peró passati invano e alcuni parziali modelli predittivi aiutano a capire quali leve socio-economiche muovere, in quale direzione e di quanto. Uno degli esempi più evidenti è il tasso di interesse interbancario fissato dalle banche centrali.

Relativamente alla crescita economica non esiste ancora un modello predittivo sufficientemente condiviso. Qualcuno ha provato a costruire una formula che includa tutti i fattori necessari. Tale formula però è talmente complessa che non si sa bene come usarla con efficacia. Un po’ come accade agli ingegneri aeronautici che dispongono di un’equazione composta da una trentina di fattori la cui interazione consente agli aerei di volare. Pragmaticamente, gli ingegnari, non solo quelli aeronautici, tendono a semplificare le complessità focalizzando l’attenzione sui soli fattori che maggiormente influenzano il risultato finale. Più o meno inconsapevolmente, applicano i principi di Occam e di Pareto con buon successo. Isolati i fattori più influenti, li maggiorano in modo da annullare gli effetti eventualmente sfavorevoli esercitati dai fattori secondari e marginali.
Se applichiamo lo stesso metodo alla macro-economia, con relativa facilità possiamo rilevare, anche dai dati statistici, che esistono cinuque leve primarie che si possono manovrare per facilitare la crescita economica. Inoltre, possiamo facilmente suddividerle nelle due categorie «effetti a breve termone» ed «effetti a lungo termine». 

Leve a breve termine

1 – Investimenti diretti esteri che, iniettando risorse in tempi brevi nel sistema Paese, velocemente aggiungono valore ai redditi e al patrimonio dei Cittadini
2 – Tassazione delle Imprese il cui aspetto piú rilevante sta nello tentativo di spostamento delle risorse dal consumo (distruzione di valore) e dal risparmio (immobilitá delle risorse) alla trasformazione che si suppone aggiunga valore in termini di reddito e patrimonio ai Cittadini.

Le precondizioni essenziali per poter manovrare queste leve con successo sono l’attrattivita, l’affidabilità e la reputazione della governance del ~Paese.

Leve a medio-lungo termine

3 – Il Capitale di Conoscenza é l’insieme delle conoscenze, competenze, abilità, capacità di trasformare pensiero in azioni compiute. Fino a poco tempo potevamo chiamare tutto ciò «capitale umano» perchè risiedeva interamente nella mente degli esseri umani. Ora è più preciso chiamarlo capitale di conoscenza perchè non sta più nella testa delle persone, ma nell’infrastruttura tecnologica interconnessa che riduttivamente chiamiamo internet. Con l’utilizzo commerciale dell’AI, anche la capacità di decidere viene velocemente spostatata dalla mente umana alle infrastrutture tecnologiche. In definitiva cambia il contenitore, ma non cambia il peso del fattore «capitale di conoscenza», semmai esponenzialmente aumenta l’importanza del capitale di conoscenza.
4 – Qualità delle Istituzioni – Le Istituzioni sono le regole di convivenza e le società che le amministrano. Al momento, sono in maggioranza i sistemi di governance, chiamati tirannie, nei quali la qualità delle Istituzioni è determinata da poche persone che stabilmente sono nella posizione di decidere in merito.
Qui osserviamo i fenomeni dal punto di vista di chi vive affidando la conduzione del ~Paese ad una forma di governance di ispirazione democratica. La democrazia è per noi caratterizzata dalla progressiva cessione del potere, in altre parole dal progressivo ampliamento della partecipazione di più menti all’aumento della qualità della vita. La presunzione è che la frequente rotazione delle persone nei ruoli di comando insieme alla contrapposizione dei poteri, che gli anglosassoni sintetizzano come rule of law vs rule of tiranny, aumentino la parteciazione attiva di più menti e perciò aumenti la spinta alla qualità della vita di tutti i cittadini e non solo quella dei tiranni.
Le istituzioni sono perciò essenziali nella facilitazione e nella spinta al miglioramento della qualità della vita dei Cittadini e delle loro imprese.

La quinta leva

Ciascuno dei quattro fattori ha effetti sui redditi procapite delle persone ed ovviamente sulla loro somma, il PIL.
Secondo questa prospettiva il reddito pro-capite non è una leva, ma un effetto della manovra delle altre leve.
È però anche vero che il reddito procapite è la fonte primaria della variazione del patrimonio indivuduale e percio di quello aggregato. Il patrimonio, è certamente l’insieme di risorse facilitanti la crescita; tanto maggior è il patrimonio tanto maggiore è l’accelerazione verso una più alta qualita della vita.
La quinta leva, vista nel tempo, è un fattore per così dire circolare, è generato, ma anche genera spinta. 

La globalizzazione

Il modello predittivo «quattro leve» ci consente di osservare, secondo pochi coerenti criteri, i fenomeni complessi come la geopolitica o anche il micro mondo individuale, ricco di minuti dettagli.
L’Occidente ha portato tecnologia, cooscenza e istituzioni nei ~Paesi meno sviluppati che sono cresciuti grazie allo scambio «basso capitale di conoscenza» (leggi costo del lavoro) con investimenti locali; questi hanno alzato il reddito e il patrimonio, anche in termini di capitale di conoscenza. I ~Paesi che hanno accelerato il loro sviluppo, entrano in concorrenza con i ~Paesi più sviluppati. Non senza attriti più o meno forti, in ogni caso da situazioni di minore distanza in termini di qualità della vita.

  • Commenti? Suggerimenti? Contributi? Scrivete a Scior.Carera@civicum-lab.org
  • Potete riprodurre, in parte o tutto, questo post riportandone il link e il logo C-LAB
  • Questo sito è in ricostruzione e aggiornamento. Perciò è continuamente modificato.Ogni vostro suggerimento migliorativo è più che gradito